top of page
  • Facebook
  • Instagram
  • busta

Atlante delle dimore inconsuete e fantastiche. Case, castelli e palazzi delle grandi storie

Un sodalizio artistico dà vita a un progetto editoriale speciale nel nome della scoperta e della fantasia. Allo scrittore e saggista Anselmo Roveda si deve la cura del progetto e dei testi, all’illustratore Marco Paci l’immaginario illustrato, alla casa editrice Giralangolo la pubblicazione.

La scelta dell’Atlante letterario come strumento è già una dichiarazione d’identità: Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare (2019), Atlante dei luoghi immaginati (2020), Atlante dei viaggi straordinari (2021), Atlante delle dimore inconsuete e fantastiche (2022). Gli Atlanti letterari raccontano alle nuove generazioni di ogni età ambienti e paesaggi, reali e immaginari. Albi illustrati di grande formato, organizzati come gli atlanti geografici classici, le cui pagine sono composte di brevi estratti delle opere originali che prendono vita grazie alla bellezza delle illustrazioni che li completano e accompagnano.

La casa della strega, Hänsel e Gretel

Oggi è la volta dell’Atlante delle dimore inconsuete e storiche che inizia con una dedica “Agli amori e alle tribù, a chi coltiva pace, curiosità e passione”, più che una dedica forse un invito perché il viaggio possa compiersi.

La mappa sulla doppia pagina ci presenta le possibili mete e il successivo sommario facilita la nostra curiosità. A ognuno la propria storia, a ognuno il proprio itinerario nel mondo.

Se si entra nel bosco delle fiabe, si apre la porta della casa della strega, fatta di pane e ricoperta di focaccia, con le finestre di zucchero e glassa. Lì davanti, stanchi e affamati, ci aspettano Hänsel e Gretel. Salendo sulle montagne si incontra la baita del Vecchio dell’Alpe, una semplice casa in legno tra l’azzurro del cielo e il verde dei prati. Sta per iniziare la storia di Heidi. Ancora più in alto nella nostra mappa c’è Villa Villacolle che spalanca il suo ingresso e ci lascia entrare, è la casa sognata almeno per una volta da tutte le bambine e i bambini, è lo spazio di Pippi Calzelunghe.

Il soggiorno di Sherlock Holmes, Uno studio in rosso

Si può entrare anche nella celebre dimora londinese di Sherlock Holmes al 221 B di Baker Street e proseguire attraverso la casa dei tre porcellini, il castello del piccolo Lord, la casa di Giannino Stoppani e la capanna di Tarzan, la casa del rospo e la pagoda nella jungla nera. Ci sono anche il pollaio di Pel di Carota e il riparo di Robinson Crusoe, la caverna del tesoro di Alì Babà, il palazzo della Maga Soffia-e-Risoffia nelle lande incantate, l’Hotel Kreid e naturalmente la casetta del Coniglio Bianco.

La casa del rospo, Il vento nei salici

La casa è uno spazio da attraversare per crescere, ora rifugio ora pericolo. Marco Paci ha bussato alle porte per noi. Ne sono nate illustrazioni a tutta pagina, realizzate con tecniche tradizionali combinate tra loro, piene di dettagli e di colori, vedute di paesaggi e interni. Allo stesso tempo le pagine hanno accolto disegni a carboncino, penna a china, pennarello che hanno preso posto accanto al testo in un dialogo continuo.

È un lavoro importante quello condotto dall’illustratore, di sperimentazione e profonda ricerca, attraverso la combinazione di tecniche tradizionali e innovative.

C’è negli occhi dell'artista la memoria di un passato restituito con la grazia di chi conosce e sa riconoscere, c'è la presenza dell’altro, al centro di tutto.

La mostra che s'inaugura venerdì 24 febbraio 2023, alle ore 18.00 all'interno dello storico Royal Victoria Hotel di Pisa, è dunque un'occasione per potere vedere dal vero la produzione di Marco Paci.

Bozzetti e originali dei quattro atlanti accompagnano lo spettatore in un viaggio intorno al mondo: dalle monografie su Emilio Salgari e Jules Verne ai luoghi immaginati, fino alle dimore più celebri dei romanzi, le diverse tecniche utilizzate da Marco Paci restituiscono colori, contorni e magia.

La mostra è organizzata da Giralangolo con la collaborazione della libreria Gli anni in tasca.

È visitabile fino al 26 marzo 2023.


Silvia Paccassoni per Dorature. Storie di illustrazioni - 2023


Commenti


bottom of page