• Facebook
  • Instagram
  • busta

Da uno a dieci... la notte

Dieci libri attorno a un tema: bibliografie tematiche di Alice Bigli - Allenatori di Lettura e Silvia Paccassoni - Dorature


Premessa

Le bibliografie tematiche nascono un po’ per gioco, un po’ come occasione di confronto e a volte diventano strumento di lavoro. Attorno a un tema, ma è meglio forse dire a un’icona dell’immaginario, proviamo a scegliere dieci libri eccellenti all’insegna della massima bibliodiversità, mescolando libri per bambini, ragazzi, adulti, illustrati, narrativa, divulgazione, saggistica, prosa e rima, classici e novità.

La sfida è seguire un tema nelle infinite declinazioni, intuire i percorsi da esplorare, mantenendo la qualità del libro proposto come stella polare del viaggio.


Il tema di oggi, venerdì 30 ottobre, è la notte e l’inizio è d’obbligo. “In una strada scura scura c’era una casa scura scura. E nella casa scura scura… vivevano tre scheletri”: uno scheletro grande, uno scheletro piccolo e uno scheletro di cane, usc

iti di notte in cerca di dolci vecchiette e bambini da spaventare. È il divertente Ossaspasso di Janet & Allan Ahlberg, un classico appena ripubblicato in italiano da Camelozampa con la traduzione di Chiara Carminati. Per continuare a divertirsi seguiamo le avventure di Buonanotte, Gorilla! di Peggy Rathmann edito da Lupoguido. È notte nello zoo e gli animali non hanno intenzione di dormire soli nelle loro gabbie. Il piccolo gorilla, dalla copertina, fa cenno di rimanere in silenzio per non farsi scoprire dal guardiano, al quale ha appena rubato la chiave della gabbia. Poche parole, molti piccoli dettagli, doppie pagine, un segno rapido e sintetico, un’espressività immediata adatta ai più piccoli.

Mentre piccola Gorilla tiene sveglio tutto lo zoo, Clara e Bernardo si tuffano nella notte In punta di piedi. “Lei fluida, lui leggero attraversano il corridoio nero”. Senza paura vanno a tentoni a cercare latte e biscotti. La semplice passeggiata dalla stanza da letto alla cucina si trasforma in una vera e propria fantasticheria grazie all’intervento dei nonni. Scritto da Christine Schneider e illustrato da Hervé Pinel, l’albo di Orecchio acerbo ha vinto l’XI edizione del Premio Nati per Leggere (2020).

Una cosa è certa: di notte succedono cose misteriose, i luoghi non sono più gli stessi.

Di notte sulla strada di casa, testo di Giovanna Zoboli e illustrazioni di Guido Scarabottolo (Topipittori), rende visibile l’alternarsi dei pensieri di un bambino mentre guarda la città di sera dal finestrino della macchina. Niente coincide con il giorno e questo cambiamento fa nascere in lui mille domande. I pesci sognano?

Anche i prodigi succedono di notte, quando tutti dormono. Grimloch Lane, il paese di William, ne sa qualcosa. È qui che Il Giardiniere notturno (Gallucci) ha deciso di coltivare l’arte topiaria, dando vita a creature di un verde così brillante da risvegliare un paesaggio tradizionalmente grigio. Le parole accompagnano le raffinate illustrazioni in un divenire di vita: dai veloci tratti monocromi di un edificio, sede dell’orfanotrofio di Grimloch Lane, alla fioritura di un paese pieno di colori e di attenzioni. Il Giardiniere notturno è scritto e illustrato dai Fratelli Terry ed Eric Jan.

A fare un po’ di attenzione ci si accorge che sono gli adulti di notte a combinare le cose strane. Come quella notte d’estate in cui i genitori hanno svegliato all’improvviso i bambini sussurrando loro di avere un appuntamento. Hanno attraversato il paese a piedi, poi la valle fino alla montagna. Hanno oltrepassato il bosco, poi il lago e sono saliti in alto, nel luogo dell’appuntamento. Sotto un cielo illuminato di stelle insieme hanno aspettato l’alba, l’inizio di un nuovo giorno: La gita notturna di Marie Dorléans, Gallucci.

Come un faro arriva Nella notte buia di Bruno Munari (Corraini), un insostituibile piccolo libro che si racconta attraverso le pagine nere, partendo da un minuscolo lumicino, tondo e giallo, visto in lontananza. Un altro classico ripubblicato da Salani, in edizione completa finora inedita, è il racconto di un lupo e di una capretta In una notte di temporale di Yuchi Kimura e Hiroshi Abe. Una storia delicata sulla diversità e sull’amicizia.

Ma la notte è anche il cielo, lo spazio delle stelle e della luna, dell’aurora e delle luci, è il bosco degli animali notturni e delle pietre luminose, è l’acqua profonda dei mari dove brillano pesci, cavallucci e coralli. È l’inquinamento luminoso delle luci diffuse, dei fuochi d’artificio e dei fari nei porti. Luci nella notte, scritto e illustrato da Lena Sjöberg, è uno scrigno prezioso per scoprire i segreti notturni del mondo, tra paesaggi naturali e città. Chiudiamo il percorso con una nuova uscita La notte è piena di promesse, un testo divulgativo che racconta i viaggi spaziali delle sonde Voyajer 2 e Voyajer 1. “E lì, una meraviglia”.


Ossaspasso, Janet & Allan Ahlberg, Camelozampa

Buonanotte gorilla, Peggy Rathman, LupoGuido

In punta di piedi, Hervé Pinel, Orecchio Acerbo

Di notte, sulla strada di casa, Giovanna Zoboli, Guido Scarabottolo, TopiPittori

Il giardiniere notturno, Eric Fan, Terry Fan, Gallucci

La gita notturna, Marie Dorléans, Gallucci

Nella notte buia, Bruno Munari, Corraini

In una notte di temporale. Le sette storie dell’amicizia tra un lupo e una capretta, Yuichi Kimura, Hiroshi Abe, Salani

Luci nella notte, Lena Sjoberg, Samanta K. Milton Knowles, Camelozampa

La notte è piena di promesse, Jérémie Decalf, Terre di Mezzo


Bibliografia_notte_ottobre 2021
.pdf
Download PDF • 649KB

Il sito di Alice Bigli: Allenatori di lettura